Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Johnson e Merkel invitano i Paesi ricchi a investire sul clima

Roma, 6 mag. (askanews) - Investire tutti di più sul clima. È l'appello lanciato dal primo ministro britannico Boris Johnson, che è intervenuto al Dialogo annuale di Petersberg sul clima. "Dobbiamo semplicemente soddisfare i nostri impegni attuali in materia di finanziamento del clima, questo obiettivo di 100 miliardi di dollari all'anno che avrebbe dovuto essere raggiunto da tempo. E poi dobbiamo andare oltre. Perché penso che spetti a noi, alle economie più ricche, di metterci nei panni dei paesi in via di sviluppo che verosimilmente risentono maggiormente degli effetti dei cambiamenti climatici", ha spiegato il premier del Regno Unito, che quest'anno ospita la Cop26 sul clima a Glasgow. La cancelliera tedesca Angela Merkel da parte sua ha invitato i Paesi occidentali a continuare a investire sul clima, nonostante la grave crisi economica scatenata dalla pandemia: "Nei Paesi industrializzati questa pandemia ha provocato dei buchi di bilancio enormi. Abbiamo investito molto per contrastare questa pandemia. E noi, in Germania, abbiamo deciso di non compensare spendendo meno per aiutare lo sviluppo, la tutela del clima e della biodiversità, anche in termini di responsabilità internazionale, ma di fare di più ugualmente in questo settore", ha affermato la cancelliera, intervenendo in video-conferenza. Angela Merkel, che il 26 settembre 2021 con le elezioni tedesche si ritirerà dalla vita politica, ha ribadito l'obiettivo della Germania di ridurre le emissioni del 65% entro il 2030, in confronto al 1990, contro il 55% previsto in precedenza e poi l'88% entro il 2040. Un progetto di legge in questo senso sarà depositato la settimana prossima in consiglio dei ministri.
image beaconimage beaconimage beacon