Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Draghi e Giovannini hanno nominato 57 commissari per 57 opere

Roma, 16 apr. (askanews) - "Poi c'è un terzo punto, che riguarda le opere. Il ministro Giovannini (Enrico, Infrastrutture, ndr) e io abbiamo fatto la nomina di 57 commissari per 57 opere. Queste sono 14 infrastrutture stradali, 16 ferroviarie, trasporto rapido di massa, 11 infrastrutture idriche, 3 portuali e 12 per presidi di pubblica sicurezza. Queste erano opere già finanziate, deliberate prima e aspettavano di essere attuate. Mi ricordo altri elenchi di opere fantastiche, di cantieri, la domanda che uno si fa, come quando si parla di rimborsi da parte dello stato, è: quando le vedo queste cose?": così il presidente del Consiglio Mario Draghi in conferenza stampa dopo la cabina di regia, anticipando il "cronoprogramma" del ministro per le Infrastrutture Enrico Giovannini. "Il ministro Giovannini ha preparato e vi spiegherà un cronoprogramma dove si vede esattamente la data di apertura dei cantieri. Se non vedrete i cantieri aperti potrete dire il governo ha scherzato. Due opere sono già aperte da marzo, 5 apriranno a giugno, 8 a settembre, 5 in dicembre e così via si va avanti per altri anni. Ognuna con una data precisa. Questo è possibile perché i vari stadi sono stati precisamente concordati con le autorità", ha aggiunto.
image beaconimage beaconimage beacon