Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Arriva la Petrosyan Mania! In palio il titolo mondiale

Logo La Gazzetta dello Sport La Gazzetta dello Sport 18/01/2019 Gasport

Al Palazzo della Regione di Milano in Via Melchiorre Gioia 37, in sala Solesin, si è svolta la conferenza stampa per l'evento sportivo "Petrosyan Mania Gold Edition", di scena a Monza alla Candy Arena il 16 febbraio 2019 a partire dalle 18.45. A presentare l'esibizione i fratelli Giorgio ed Armen Petrosyan con Martina Cambiaghi, Assessore allo Sport e Giovani della regione Lombardia, e Carlo di Blasi: il programma prevede 16 combattimenti nazionali ed internazionali, tra cui 3 incontri valevoli per il titolo europeo WKU e uno per titolo mondiale ISKA -70kg K1 RULES che vedrà Giorgio Petrosyan difendere la cintura contro l'atleta giapponese Atsushi Tamefusa.

© Fornito da La Gazzetta dello Sport

la sfida

L'evento è ormai un cult in Italia e ospiterà l’unico match che il campione mondiale Giorgio Petrosyan disputerà in Europa nel 2019. L'atleta armeno naturalizzato italiano ha creduto fortemente nel progetto "Petrosyan Mania" tanto da inserire nel contratto, fresco di firma con il circuito asiatico One Championship, una clausola che gli consentisse di salire sul ring in questa occasione. Atsushi Tamefusa, sfidante a caccia del titolo di Giorgio, è mancino ed ha un ritmo lento, caratteristico della tecnica di combattimento Thailandese. L'azzurro è convinto che questo possa essere un vantaggio e non ha dubbi: "Sono molto orgoglioso di poter combattere in questo speciale evento organizzato da mio fratello Armen".

cinture in palio

Altro motivo di vanto per i due fratelli fighter è la partecipazione all'evento di alcuni atleti del Team Leone Petrosyan tra cui Alexandru Negrea, che sfiderà il sfiderà il fighter greco Alfons Kosta per il titolo europeo WKU 86kg, Mattia Solarino che sfiderà il fighter il francese Sabri Sadouki per il titolo europeo WKU 70kg e Mirko Flumeri che combatterà contro il francese Sofiane Meddar per il titolo europeo WKU 60kg.

l'intervento

"Un milione e settecento mila persone in Italia praticano questo sport" così esordisce Carlo di Blasi, il deus ex machina della Kick Boxing Italiana, evidenziando l'importanza di questo sport, oltre il semplice intrattenimento, in quanto promotore di tecniche difensive per contrastare le violenze e il bullismo. Tra i 16 incontri in programma, si vedranno sfidare anche due donne, la pluricampionessa italiana Martine Michieletto contro la francese Delphine Guénon.

Petrosyan dominatore di kickboxing

MMA a Oktagon, che show !

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da La Gazzetta dello Sport

image beaconimage beaconimage beacon