Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Milan-Juventus 4-2: i bianconeri scappano, poi il Diavolo la ribalta

Logo La Repubblica La Repubblica 07/07/2020 di FEDERICO SALA
Leao festeggiato dai compagni dopo il gol del 3 a 2 © Fornito da La Repubblica Leao festeggiato dai compagni dopo il gol del 3 a 2

MILANO - La Juventus ipoteca lo scudetto ma in cinque minuti rovina tutto facendosi rimontare in modo incredibile dal Milan; i bianconeri restano così a +7 sulla Lazio che è caduta a Lecce. Pazza sfida a San Siro in un match che si accende nel secondo tempo: Rabiot e Ronaldo sembrano incanalare la sfida in direzione Torino, ma i rossoneri reagiscono e in cinque minuti la ribaltano con un rigore di Ibrahimovic e i gol di Kessie e Leao. Poi segna anche Rebic e il Diavolo, dopo la Lazio, ferma anche la prima della classe issandosi per il momento al quinto posto.

Ritmi bassi, match bloccato

Pioli lascia Ibrahimovic punta avanzata schierando a supporto Saelemaekers, Rebic e Paquetà che rimpiazza l'acciaccato Calhanoglu. Per Sarri classico 4-3-3 con Higuan e Rugani che prendono il posto degli squalificati Dybala e de Ligt. La gara vive in equilibrio e al minuto 8 arriva il primo tiro: ci prova Saelemaekers ma blocca Szczesny. Sul fronte opposto Bonucci non arriva di un soffio su una bella punizione di Bernardeschi. Ronaldo e Rabiot ci provano ma la sfera termina alta. Verso la mezz'ora si vede Ibrahimovic che per due volte conclude col sinistro, ma senza creare problemi a Szczesny. Il primo tempo si chiude con una girata di Higuain che Donnarumma controlla.

Rabiot e Ronaldo lanciano la Juve

Dopo 2′ di secondo tempo, la Juventus passa e lo fa in modo spettacolare: Cuadrado tiene in campo un difficile pallone, lo serve a Rabiot che salta Hernandez, si fa tutto il campo, si accentra e poi insacca con un sinistro in diagonale. Il Milan è ferito e al 53′ incassa anche lo 0-2: lancio di Cuadrado, Romagnoli e Kjaer dormono e si fanno scavalcare dal pallone che giunge sui piedi di Ronaldo che, solo davanti a Donnarumma, non sbaglia col sinistro. Gara virtualmente chiusa? Macché.

Il Milan la ribalta in 5′, poi segna anche Rebic

Al minuto 59 cambia tutto quando Guida ammonisce Rebic per un fallo di mano. Ma il direttore di gara viene richiamato al Var e vede il tocco di petto del croato e il fallo di braccio di Bonucci. E' calcio di rigore: lo batte Ibrahimovic che spiazza Szczesny. E' un episodio chiave perché la Juventus va in tilt mentre i milanesi affondano e al 63′ trovano un altro gol con una splendida azione corale finalizzata da una palla di Ibra per Kessie che salta Bonucci e segna col destro. Passano due minuti e il ribaltone è servito: Rugani placca Rebic, Guida concede il il vantaggio perché la sfera la recupera Leao che entra in area e con un destro piazzato insacca da posizione defilata nonostante il tentativo di recupero dello stesso Rugani. Di fatto la Juventus non c'è più e Szczesny al 75′ salva col piede su Rebic, ma nulla può il portiere polacco quando il neo entrato Alex Sandro decide di regalare palla al Milan con uno sciagurato passaggio orizzontale che serve Bonaventura, tocco dentro e sinistro di Rebic che non perdona per il poker finale.

Milan-Juventus 4-2 (0-0)

Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Conti (37′ st Calabria), Kjaer, Romagnoli, Theo Hernandez; Kessie, Bennacer; Saelemaekers (15′ st Rafael Leao), Paqueta (1′ st Calhanoglu), Rebic (37′ st Krunic); Ibrahimovic (22′ st Bonaventura). In panchina: Begovic, A. Donnarumma, Biglia, Colombo, Gabbia, Laxalt, Maldini. Allenatore: Pioli

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cuadrado (32′ st Alex Sandro), Rugani, Bonucci, Danilo; Bentancur (48′ st Muratore), Pjanic (24′ st Ramsey), Rabiot (24′ st Matuidi); Bernardeschi, Higuain (24′ st Douglas Costa), Cristiano Ronaldo. In panchina: Pinsoglio, Buffon, Chiellini, Olivieri, Coccolo, Vrioni. Allenatore: Sarri

Arbitro: Guida di Torre Annunziata

Reti: 2′ st Rabiot, 8′ st Cristiano Ronaldo, 17′ st Ibrahimovic (rig), 21′ st Kessie, 22′ st Rafael Leao, 35′ st Rebic

Ammoniti: Paqueta, Bennacer, Rebic, Bonucci, Conti

Angoli: 2-6

Recupero: 3′ pt, 6′ st


Video: Serie A, la Juve risponde alla Lazio (Smiling.Video)

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da La Repubblica

image beaconimage beaconimage beacon