Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

'Grip', un viaggio lungo un anno al centro della Superbike

Logo La Repubblica La Repubblica 22/07/2021 di Massimo Calandri
© Fornito da La Repubblica

Viaggio al centro della Superbike, i campioni e le moto come nessuno le aveva mai raccontate: "Grip". Un anno di gare vissuto appassionatamente nel paddock e in pista, nei box e in griglia: la frenesia dei tecnici, la concentrazione, la dimensione umana dei piloti che si raccontano. E poi l'impossibile vita - sempre di corsa, sotto il sole e la pioggia - dei fotografi. I team manager, i medici, gli ingegneri. Caos calmo. Un racconto esclusivo attraverso le tappe del campionato 2020, da oggi in esclusiva in streaming sulla piattaforma discovery +.


Video: Nuova Suzuki GSX-S1000 (Mediaset)

Riproduci nuovamente video

"Grip" è una serie in 6 puntate che racconta una stagione unica, nonostante lo stop per 5 mesi a causa della pandemia: con Scott Redding, il tatuatissimo, imprevedibile inglese che sorre per la Ducati, e il pluricampione della Kawasaki, Jonathan Rea, irlandese del nord. Lo spagnolo Alvaro Bautista, per la Honda. Marco Melandri, Michael Ruben Rinaldi, il turco Razgatlioglu Toprak che corre la Yamaha. Ma anche lo storico fotoreporter Fabrizio Porrozzi, i manager Manuel Puccetti e Giorgio Barbier. La prima, trionfale tappa sul circuito di Phillip Island in Australia. E la ripartenza da Jerez de la Frontera. L'ultimo atto dell'Estoril, in Portogallo. La serie - ogni giovedì una nuova puntata - scritta da Filippo Cellini e diretta da Christian Letruria, è stata prodotta da Filippo Cellini e Roberto Righi. 

Scegli tu!
Scegli tu!

Altro da La Repubblica

image beaconimage beaconimage beacon