Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

"Bauli in Piazza", protesta di artisti e lavoratori dello spettacolo. Mannoia: "Pronti a ripartire"

Artisti e lavoratori del mondo dello spettacolo hanno manifestato in Piazza del Popolo a Roma, con un flash-mob promosso dal movimento dei Bauli in Piazza. Presenti attori ed esponenti del mondo della musica tra i quali Max Gazzé, Brunori Sas, Diodato, Fiorella Mannoia, Emma Marrone, Manuel Agnelli, Carlotta Natoli e Flavio Insinna. La coreografia ha coinvolto un migliaio di persone, con i tradizionali bauli neri il cui suono ha riempito la piazza. "Siamo legati a doppio filo - spiega la Mannoia - Noi artisti senza di loro non possiamo lavorare. E' un anno che siamo fermi, ora dobbiamo ripartire, in sicurezza. Saremo bravissimi". "L'unione fa la forza - ha aggiunto Carlotta Natoli - Per troppo tempo è stato utilizzato il divide et impera. I diritti sono uguali per tutti i lavoratori. Serve volontà politica di intervenire sulla cultura e ora è il momento di reinvestire". 'La nostra figura nel contratto nazionale non è neppure citata. I ristori? Ci arrivano solo se siamo anche attori', dicono Elena Gigliotti e Giuliano Scarpinato, i fondatori di & lsquo;Registi a confronto' (Rac), la sigla nata dopo il primo confinamento per sostenere la categoria dei registi e delle registe. 'Siamo nati per promuovere la figura del regista come connettore tra le imprese e i lavoratori dello spettacolo - spiegano ancora i fondatori di Rac - combattiamo la rappresentazione del regista come un presunto privilegiato: ad accezione di alcuni professionisti particolarmente noti noi registi siamo lavoratori esattamente come gli altri'. Di Luca Pellegrini

SUCCESSIVO

SUCCESSIVO

Altro da RepubblicaTV

Altro da RepubblicaTV

image beaconimage beaconimage beacon