Stai usando una versione precedente del browser. Usa una versione supportata per vivere al meglio l'esperienza su MSN.

Revocata decisione chiusura speedline: riapre la trattativa - Unomattina - 17/01/2022

Unomattina torna a parlare di una vertenza di cui abbiamo parlato alcuni giorni fa all'inizio di gennaio. Ha fatto un passo indietro la multinazionale svizzera che detiene la proprietà della Speedline, azienda produttrice di cerchioni in lega per auto sportive e di lusso, e ha ritirato la decisione di chiudere lo stabilimento di Santa Maria di Sala in provincia di Venezia entro il 2022 per delocalizzare la produzione all'estero. Dopo giorni di agitazione e proteste ora 800 lavoratori, tra diretti ed indotto, possono sperare di non perdere il lavoro. In collegamento due dipendenti nonché rappresentanti sindacali Rsu Fiom-Cisl: Mauro Bergamini e Andrea Zampieri. Dunque è stata ritirata la decisione della multinazionale svizzera Ronal di chiudere i battenti e oggi alle 11c'è il primo incontro, in modalità online, per costruire nuove basi. Lo stabilimento, che produce cerchioni in lega per auto sportive e di lusso, quanti lavoratori impiega?

SUCCESSIVO

SUCCESSIVO

image beaconimage beaconimage beacon